Dal 17 al 20 febbraio tornano alla Fiera di Rimini i Campionati della Cucina Italiana

Organizzati dalla Federazione Italiana Cuochi: sfida tra 500 cuochi provenienti da tutte le regioni italiane e dalle delegazioni estere FIC

Novità di quest’anno: gli interventi internazionali nel Gran Prix della Cucina Mediterranea, le esibizioni del Contest Mistery Box e, fra i concorsi dedicati ai giovani, 3a edizione del Trofeo Metro Miglior Allievo degli Istituti Alberghieri e Contest Ragazzi Speciali

Rimini, gennaio 2018 Cucina calda, cucina fredda, pasticceria da ristorazione, cucina artistica. Ma soprattutto cucina italiana, con il best of Made in Italy. A Food Attraction, la sezione speciale dedicata a prodotti e tecnologie del settore Ho.re.ca. all’interno di Beer Attraction (17-20 febbraioalla Fiera di Rimini, a cura di Italian Exhibition Group), tornano i Campionati della Cucina Italianaorganizzati dalla Federazione Italiana Cuochi (FIC). Un evento già sperimentato, che ha riscosso enorme successo e che porterà nuovamente a Rimini oltre 1500 professionisti della cucina e più di 500 cuochi in gara che si sfideranno nella più completa competizione nazionale dell’arte culinaria,nelle gare previste per ogni categoria di cucina calda, fredda e artistica.

Nell’area delle competizioni, nel padiglione A7, saranno allestite 4 cucine per le competizioni a squadre e sei laboratori per quelle singole.

Diverse le novità in vista, a cominciare da due specifici concorsi dedicati al pianeta giovani: il trofeo Metro “Miglior Allievo degli Istituti Alberghieri” e il “Contest Ragazzi Speciali” che vedrà in questo caso impegnati sul palco centrale anche allievi con programmazione differenziata.

Fra le novità della manifestazione 2018, curato sempre da FIC, anche il Gran Premio della Cucina Mediterranea, un contest dal respiro internazionale che vedrà affrontarsi le squadre nazionali di tre paesi esteri (Cipro, Spagna, Slovenia) nell’elaborazione di menù a base d’ingredienti tipici della dieta mediterranea ed eccellenze indiscusse della cucina italiana: la pasta, le conserve di pomodoro, l’olio extravergine d’oliva e gli agrumi. Una competizione patrocinata e sostenuta non a caso da due marchi simbolo della nostra tradizione all’estero: Barilla e Cirio

Nell’ Anno nazionale del cibo italiano, proclamato dai Ministeri delle Politiche agricole alimentari e forestali e dei Beni culturali e del turismo, i Campionati della Cucina Italiana saranno unaformidabile vetrina delle eccellenze regionali dell’arte culinaria. Nel corso delle quattro giornate di Food Attraction, le migliori squadre di cuochi provenienti dalle diverse regioni italiane si sfideranno nel Ristorante Italian Taste (allestito grazie agli sponsor Rastal, Fonte Plose, Birra Forst, Birra Antonia e Birra Theresianer, Hausbrand). Più di 250 menù a base di ingredienti regionali saranno serviti ogni giorno e proposti in degustazione alle giurie (26 giudici internazionali riconosciuti Worldchefs) e al pubblico, chiamato a valutare le proposte anche sul fronte del servizio, mentre una giuria composta da giornalisti enogastronomici del panorama nazionale decreterà ogni giorno la squadra vincitrice del Premio della Critica Giornalistica.

Contemporaneamente, nell’area centrale del padiglione riservato ai Campionati della Cucina Italiana, si svolgerà il Contest Mistery Box, concorso e spettacolo con scontri diretti dei team in gara sul palco. I concorrenti prepareranno ricette in 4 porzioni con i prodotti a sorpresa presenti nel paniere, avendo obbligo d’utilizzo di almeno cinque ingredienti.

Le squadre in gara saranno inoltre chiamate a presentare tavoli di cucina fredda, mentre in esposizione si potranno ammirare gli elaborati del concorso Artistica 2018.

“I Campionati rappresentano uno degli eventi più attesi e vissuti dalla Federazione Italiana Cuochie dal pubblico, che ci ama e ci segue con tanto interesse – dichiara il presidente nazionale FIC, Rocco Cristiano Pozzulo –. L’edizione 2018 giunge in un momento delicato e importante per la nostra tavola: è l’anno nazionale del cibo italiano, la Dieta Mediterranea è sempre più un punto di riferimento per il gusto e la salute dei popoli, il nostro Paese rafforza quotidianamente la propria immagine nel mondo grazie al cibo. Due Maestri internazionali e indiscussi della cucina, Gualtiero Marchesi e Paul Bocuse, ci hanno lasciato da poco e dobbiamo dimostrare che i loro insegnamenti sono ancora preziosi e validi ed i Campionati saranno una bella occasione per ricordarli. Ed infine, la grande attenzione di FIC rivolta alle giovani generazioni, perché si formino costantemente, custodendo e tramandando la grande eredità della cucina italiana”.    

LASCIA UN COMMENTO

quattro × 3 =