“Non mescoli il riso, è troppo fragile”.
Questo è il motto dello chef Gabriele Ferron, l’ambasciatore del riso nel mondo, che lunedì 20 febbraio ha tenuto una lezione magistrale ai soci dell’Associazione Provinciale Cuochi Messina presso il Viola Palace Hotel a Villafranca Tirrena.
Il corso dal tema: “Storia, tradizione e cucina del riso” ha inaugurato le attività dell’anno 2017 dell’Associazione ed ha dato la possibilità alle berrette bianche dello stretto, intervenute da ogni parte della provincia messinese, di conoscere i segreti di questo prezioso e nobile cereale: dai metodi di cottura, alla conoscenza delle varietà, alla preparazione di ricette della tradizione veronese.

Durante i saluti di apertura, il ringraziamento da parte della presidente Rosaria Fiorentino è andato ai numerosi partecipanti e al docente: “Sono orgogliosa di iniziare il nuovo anno con un corso di aggiornamento tenuto da un nome prestigioso. Gabriele Ferron è l’ambasciatore del riso nel mondo, conosciuto per la sua grande professionalità ed in questo corso metterà a disposizione la sua lunga esperienza per trasmetterla a tutti i nostri soci intervenuti perché, come sempre, la formazione è per la nostra associazione di Messina il primo degli obiettivo”.
Gabriele Ferron viene chiamato in ogni parte del mondo ad illustrare la storia, le caratteristiche e la preparazione di questo straordinario e generoso cereale.
Conosce centinaia di modi di prepararlo e di cuocerlo: grazie a lui, è arrivata la prima IGP italiana per questo nobile frutto della terra.
Nel 1997, durante il suo soggiorno a Pechino, ha il grande onore di cucinare il riso per autorità locali e giornalisti proprio sulla Grande Muraglia Cinese.
Nell’agosto 2008 in occasione delle Olimpiadi di Pechino, i cinesi rivogliono il maestro Ferron per cucinare in uno dei ristoranti italiani più conosciuti della città ed organizzare a Casa Italia una degustazione di risotti per giornalisti, allenatori e atleti italiani.
Le Nazioni Unite proclamano il 2004 quale Anno Internazionale del Riso e la FAO concede il permesso di utilizzare il proprio logo nelle manifestazioni della Riseria Ferron, riconoscendo Gabriele Ferron quale Ambasciatore del Riso nel Mondo.
Gabriele Ferron è anche un piccolo produttore di riso dall’antica tradizione ed il suo è probabilmente il più antico impianto di pilatura del riso funzionante in Italia, nella campagna veronese, con rispetto delle buone lavorazioni di una volta e massima attenzione per la qualità.
Alla domanda su quale sia la varietà di riso da lui preferita, il maestro Ferron risponde: “Ogni riso ha caratteristiche particolari indispensabili da conoscere per il miglior utilizzo nelle molteplici preparazioni gastronomiche. Il Carnaroli ad esempio è ottimo per risotti dal gusto più delicato e si esalta nelle insalate di riso mentre il Vialone Nano è adatto ad ogni tipo di preparazione e per risotti dai sapore più deciso”.
Ma il vero grande protagonista indiscusso di questo incontro è stato lui: il riso!
Ermes, Venere, Vialone Nano, Carnaroli ed il colore naturale dei risi, nero, rosso e bianco sono stati i protagonisti di un menù di tutto rispetto preparato dallo chef-patron della Riseria Ferron che ha coinvolto tutti i sensi, tutte le tecniche di preparazione e tutti i risi!
Si inizia con una insalata di riso Ermes con gamberi marinati agli agrumi, si prosegue poi con un risotto all’ortolana, ottimo piatto da proporre ai vegetariani, e con il risotto all’Isolana tipico piatto della tradizione veronese, infine è stata la volta della polenta di riso alla marinara, che coniuga la polenta, un piatto del nord con i nostri pesci e molluschi freschi che la Sicilia ci offre.
Per secondo è il turno del filetto di orata con timballo di riso venere ed il dolce presentato è stata la crepe di riso, ottima da proporre a tutti, anche a chi ha qualche intolleranza al glutine.
Anche questo è stato un altro grande incontro di formazione professionale e personale molto apprezzato dagli iscritti al corso e anche dallo stesso maestro Ferron che si è congratulato per l’entusiasmo dei partecipanti.
In effetti l’entusiasmo con cui l’Associazione Cuochi Messina guidata dalla presidente Rosaria Firentino partecipa a questi incontri è sempre tanto. Quest’anno poi il fervore è addirittura doppio poiché l’Associazione è coinvolta attivamente nell’evento che si terrà tra poche settimane in territorio messinese: l’attesissimo 34° Congresso Regionale dell’Unione Cuochi Siciliani che si terrà a Taormina, la Perla dello Ionio. Un arrivederci a Taormina!
David Costa

LASCIA UN COMMENTO

due × cinque =