di Antonio Iacona

Ventuno anni, originario di Enna, ma catanese d’adozione, da tre anni ufficialmente nella squadra dei Cuochi Etnei ed impegnato quotidianamente nello staff di Seby Sorbello, Chef Patron di Gourmanderie Sabir. È Carmelo Giardina il vincitore della 1^ edizione della “Jam Cup”, la competizione organizzata dalla Federazione Italiana Cuochi per premiare il miglior Junior Assistant Master e che quest’anno ha avuto uno scenario di grande prestigio, come la 50^ edizione del Vinitaly a Verona.

Mentre, infatti, i cuochi Fic erano impegnati dal 10 al 13 aprile nelle cucine del ristorante “Goloso”, all’interno del padiglione Sol&Agrifood, dedicato alle eccellenze agroalimentari dell’Italia, i giovani chef si contendevano questo ambito premio, già molto apprezzato nonostante sia al suo primo anno di vita.

Sarà stata anche la presenza del presidente nazionale Fic, Rocco Pozzulo, assieme alla dirigenza della Federazione, e dello stesso Seby Sorbello, in qualità di presidente Fic Promotion, a suscitare un po’ di emozione, fatto sta che i ragazzi in tenuta ufficiale della Federazione si sono dati grande battaglia, proponendo ciascuno i propri piatti. Quest’anno, come ha spiegato Paolo Forgia, del Compartimento Giovani Fic, il tema delle ricette doveva essere dedicato all’olio extra vergine di oliva.

Carmelo Giardina ha studiato all’Istituto alberghiero “Federico II” di Enna e si sta formando quotidianamente nelle cucine di Seby Sorbello. Per lui questa è la partecipazione più prestigiosa in una competizione singola, ma ci tiene a ringraziare tutta la sua brigata, oltre allo stesso Seby: Riccardo Laganà Enrico Lavernier, Aldo Scollo e tutti i suoi compagni di lavoro.

Al nostro microfono ha illustrato il piatto realizzato: una base di crema di piselli con un gambero rosso di Mazara scottato, emulsione di olio extra vergine di oliva e coralli di gambero, un sorbetto all’olio extra vergine di oliva, un tortino sempre all’olio extra vergine di oliva con sopra una quenelle di cernia alla menta e pepe rosa ed un baccalà cotto a bassa temperatura.

A Carmelo Giardina, naturalmente, sono andati i complimenti del presidente nazionale Fic, Rocco Pozzulo, assieme a quelli dello chef Seby Sorbello, così come agli altri partecipanti al concorso, mentre con il giovane cuoco etneo si è voluto complimentare anche il presidente dell’Unione Regionale Cuochi Siciliani, Domenico Privitera.

I concorrenti erano in tutto 16 da diverse regioni d’Italia.

LASCIA UN COMMENTO

quattro × due =