Katia ZanghìCHEF KATIA ZANGHI’

Ingredienti per 4 persone

 

500 g   di pesce spada a fette

100 g    di cipolla tritata

150 g   di coste di sedano tritato

100 g    di olive verdi in salamoia denocciolate e tritate

50   g    di capperi dissalati

400 g   di salsa di pomodoro

100 g    di farina 00

150 g   di olio extravergine di oliva

  1. b.       di sale e pepe

 

Per la frolla:

500 g     di farina 00

200 g     di strutto (o burro)

2             cucchiai di zucchero

100 ml   di vino bianco

1           uovo intero

1            tuorlo

1     g     di scorza di limone o arancia grattugiata

2     g     di sale

 

 

Preparazione

Impastare la frolla e farla riposare almeno un’ora.

Infarinare il pesce spada e friggerlo nell’olio extravergine.

Preparare il soffritto per la “ghiotta” con la cipolla, le olive, il sedano e capperi.

Unire la salsa di pomodoro, lasciare insaporire e dopo circa 10 minuti unire il pesce spada, sminuzzandolo con la forchetta.

Foderare una teglia con la frolla, aggiungere il sugo precedentemente cotto.

Coprire con il resto della frolla, decorare e pennellare con l’uovo.

Infornare a 180° per circa 30 minuti.

 

La ” mpanata” riprende un po’ la tradizione siciliana del timballo. Istintiva l’ associazione a quello, famosissimo, del Gattopardo di Tomasi di Lampedusa. Anche qui una crosta croccante a racchiudere il ricco ripieno, che stavolta, però, è a base di pesce.

Altre versioni prevedono l’ inserimento di uno strato di zucchine o melanzane fritte.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

6 + 17 =