Di MARIA LIDIA LO PRINZI

(DIETISTA – ESPERTA IN NUTRIZIONE CLINICA E DIETA MEDITERRANEA)

 

Il freddo polare di questi giorni ci ricorda quanto sia importante mantenere sano il nostro organismo e il nostro sistema immunitario. Influenza stagionale, raffreddori dati da cali termici, fiacchezza e astenia fanno si che si abbia la necessità di assumere bevande calde e pietanze prettamente invernali. Dimentichiamo spesso e volentieri che viviamo in una terra, la Sicilia, ricca di alimenti e sostanze benefiche che permettono di mantenere attivo il nostro sistema immunitario allontanando il rischio di ammalarci per malanni stagionali. Il piacere delle arance è che in solo due frutti si trova la giusta quantità di vitamina C di cui abbiamo bisogno quotidianamente, l’acido ascorbico stimola la produzione del collagene, la fibra elastica che garantisce elasticità e compattezza alla pelle;  insomma sono degli ottimi antiossidanti combattendo l’invecchiamento.

E’ uno degli agrumi più apprezzati e graditi da grandi e piccini, oggetto di numerose opere artistiche, insieme alla buccia anch’essa tanto ricca e pretesto ideale per paragonare la tanto odiata quanto onnipresente cellulite e viene tuttavia utilizzato in cosmesi; si sposa inoltre a piatti di carne e pesce, arricchisce macedonie di frutta,  decora aperitivi e soft drink; è L’agrume più consumato e diffuso al mondo.

Tante sono le varietà siciliane e ognuna di loro preziosamente ricca di nutrienti utili a tutto l’organismo.

Ma quali varietà siciliane conosciamo?


L’ ARANCE OVALE: presente sui monti Nebrodi, la sua forma  è come dice la parola stessa ovale con base leggermente solcata. La buccia è sottile e coriacea, di colore giallo arancio, con grana fine o media. La polpa è di colore arancio, caratterizzata da un sapore dolce e gradevole con un ridotto numero di semi, con elevata resa in succo. Tra le varietà bionde è la più tardiva, maturando tra Marzo ed Aprile e resistendo sull’albero fino a primavera.

E’ un rimedio naturale contro gli stadi d’inappetenza, una bomba vitaminica, antiossidante, stimola l’attività cerebrale, favorisce la digestione, allevia  dolori di stomaco, depura l’organismo e assicura un effetto calmante.

 

L’ ARANCIA DI RIBERA

Di forma tipicamente sferica-ellissoidale (ovoide o schiacciata o ellittica) con ombelico interno; colore della buccia arancio uniforme, con tendenza al rossastro a fine inverno; polpa con colore arancio uniforme, tessitura fine e soda, senza semi.

Le caratteristiche peculiari dell’Arancia di Ribera sono: una consistenza della polpa tale che le vescicole di succo si dissolvono in bocca lasciando pochissimi residui membranosi; un perfetto equilibrio tra gusto, aroma e profumo; polpa bionda e zuccherina adatta al consumo fresco e che la distingue dalle altre varietà siciliane pigmentate di rosso e dal sapore subacido.

Altri parametri importanti che caratterizzano l’arancia di Ribera sono: l’ottimo rapporto tra i solidi solubili totali e gli acidi organici; la facilità di distacco della buccia dall’endocarpo; l’elevato grado di digeribilità e di pronta assimilazione, tanto da consigliarne il consumo anche di sera; l’assenza di semi; il colore arancio intenso della buccia e del succo; l’elevato contenuto in vitamina C; la succosità elevata che la rende una buona varietà anche da succo.

La Denominazione d’Origine Protetta “Arancia di Ribera” è riservata alle produzioni derivanti dalle seguenti varietà di arance:

a) Varietà Brasiliano con i cloni: Brasiliano comune, Brasiliano risanato;

 b) Varietà Navel: Washington Navel , Washington navel comune, Washington Navel risanato, Washington Navel 3033;

b) Varietà Navelina con i cloni: Navelina comune, Navelina risanata e Navelina ISA 315

 La zona di produzione dell’ “Arancia di Ribera” comprende le aree della Provincia di Agrigento ricadenti nei Comuni di: Bivona, Burgio, Calamonaci, Caltabellotta, Cattolica Eraclea, Cianciana, Lucca Sicula, Menfi, Montallegro, Ribera, Sciacca, Siculiana e Villafranca Sicula e della Provincia di Palermo nel comune di Chiusa Sclafani.  

 

 

L’ARANCIA ROSSA DI SICILIA

Arancia rossa di Sicilia (coltura biologica), tarocco, moro e newhall, sono i nostri prodotti d’eccellenza.       Le proprietà salutari dell’ Arancia Rossa: supera il livello di assunzione raccomandato giornaliero di vitamina C ; contiene una buona quantità di vitamina B1. La parte bianca della polpa d’arancia contiene molte fibre che aiutano a regolare l’assorbimento dei grassi, zuccheri e proteine, favorendo di conseguenza il transito intestinale.

Dai dati riportati in numerose schede tecniche nutrizionali si evince dunque che le arance sono frutti dalle indubbie qualità organiche. Fanno bene alla salute e sono ricche di vitamine. Il consumo costante di  arance durante la settimana aiuta sicuramente il nostro organismo a difendersi dagli attacchi influenzali legati alla stagione fredda. E’ per le sue indubbie proprietà  salutari, l’arancia rossa è diventata l’icona dell’ A.I.R.C.

Il Tarocco in particolare, ha polpa color arancio-rossastra, molto succo, ed è adatta sia al consumo a spicchi che alle spremute.

Mangiata di sera poco digeribile perché ogni spicchio equivale ad un frutto

Una fetta di arancia rossa, compresa la buccia, con olio e sale si usa:

Nelle improvvise astenie

Nelle inappetenze dopo trattamenti chemioterapici

Dopo forme influenzali debilitanti

Durante un’ipoglicemia

Nelle disbiosi intestinali

 

ALTRE CURIOSITÀ

Infine: possono essere utilizzate in cucina, in molteplici abbinamenti e in tantissime pietanze. Anche le spremute di arancia possono essere sostituite ad una dieta che comprende il frutto sano. La cosa da ricordare è che la spremuta va consumata entro 20 minuti, tempo dopo il quale le proprietà salutari e benefiche della vitamina C cominciano a diminuire.

Va detto anche che le arance contengono una buona dose di fibre. Ne consegue che, le arance riassumendo:

contengono ottime vitamine soprattutto del gruppo C;

combattono l’invecchiamento cellulare;

combattono i raffreddori e i mal di gola;

sono buone, non sono molto caloriche, hanno una buona quantità di fibre che aiutano a regolare il nostro intestino;

rafforzano il sistema immunitario;

hanno un effetto antistress;

sono un lassativo naturale;

hanno benefici effetti sulla cellulite perché rinforzano i vasi sanguigni e migliorano la circolazione.

Non solo, l’arancia apporta anche vitamine del gruppo A e B, oltre a calcio, fosforo, magnesio, selenio, altri alleati del peso-forma.

Il modo migliore per consumare l’arancia è a spicchi, perché si approfitta del fatto di poter fare il pieno di fibre indigeribili che favoriscono il senso di sazietà.

E non solo: il perfetto antinfluenzale in abbinamento con radice di zenzero e miele!!!

 

LASCIA UN COMMENTO

uno × due =